LINEA FERROVIARIA GENOVA-VENTIMIGLIA: VIAGGIO FOTOGRAFICO LUNGO IL
TRATTO ANDORA-SAN LORENZO AL MARE CHE A BREVE VERRA' DISMESSO (1a PARTE)

Testo e fotografie a cura di Alice La Serra
 
- Articolo del 10.01.2016 -

Verso la fine del 1800 venne costruita a più riprese la linea ferroviaria GENOVA-VENTIMIGLIA, importante collegamento da e per la Francia. Sono passati tanti anni e ormai la linea è diventata obsoleta al punto che RFI ha iniziato i lavori di ampliamento dell’intera tratta. La linea è lunga 144 km di cui 43 a binario unico: troppi per gestire un traffico commerciale di una linea così importante su un solo binario.

Nel 2001 venne raddoppiata la tratta a levante tra SanLorenzo a Mare e Ospedaletti, mentre oggi sono in corso i lavori di raddoppio e ammodernamento del tratto tra San Lorenzo al Mare e Andora (totale 18,5 km). In fase di progettazione invece il tratto tra Andora e Finale Ligure (totale 31,5 km). I restanti tratti, da Finale Ligure a Genova (59 km) verso ponente e San Lorenzo a Mare e Ventimiglia (33 km) verso Levante sono già a doppio binario (vedasi mappa tratta dal sito RFI).

Una linea affascinante, caratteristica  e misteriosa, collocata in un contesto geologico assai impervio che per anni è stato meta di attrazione per appassionati e curiosi osservatori. Lentamente la linea verrà smantellata per essere riammodernata e raddoppiata per far fronte alle attuali esigenze. Il raddoppio in corso, prometterà di aumentare il volume di traffico ferroviario, incrementare la velocità di marcia dei treni, diminuire i tempi di percorrenza affiancando nuovi standard di sicurezza, impattare inferiormente sull’ambiente ed al contempo allontanare la linea dai rischi idrogeologici a cui la zona è da sempre sensibilmente esposta.

Purtroppo per noi appassionati del tpl ferroviario resterà solo un ricordo indelebile...
Ecco un breve viaggio fotografico lungo il percorso attualmente in esercizio nel tratto Andora-San Lorenzo al Mare che a breve verrà sostituito dalla nuova linea (le fotografie sono tutte del periodo compreso dal 22 al 28 settembre 2015).

I lavori in corso interessano 5 stazioni:
- Andora (SV) che verrà completamente ricostruita e spostata vero nord lungo il torrente Merula;
- San Bartolomeo al Mare-Cervo (IM) che verrà completamente abbandonata;
- Diano Marina (IM) che verrà spostata nella zona di San Pietro e commutata in sola fermata (ingloberà anche la stazione di San Bartolomeo a Mare-Cervo);
- Imperia Oneglia e Imperia Porto Maurizio che verranno inglobate in una stazione unica (Imperia) riprogettata nella valle del torrente Impero.
In definitiva dalle attuali 5 stazioni si passerà a 3 stazioni.

I lavori della tratta sono iniziati nel Comune di Andora in corrispondenza del ponte sul torrente Merula dove verrà allestita la nuova stazione e la prima delle nove gallerie che prenderà il nome di “Galleria Collecervo”. Ecco due scatti che illustrano il ponte sul torrente Merula, punto d'innesto tra la nuova linea (si osservi sullo sfondo della foto di destra, scattata dal Castello di Colla Micheri, la Galleria Collecervo in costruzione) e l'attuale.
Nella seconda foto osserviamo il transito del treno THELLO\FS che da Marsiglia è diretto alla stazione di Milano Centrale, riconoscibile dal suo colore inconfondibile.

Seguono 10  foto della stazione di Andora  (sita in Via Carminati n.1) che verrà completamente soppiantata dalla nuova. Notare i dettagli che identificano ancora una convivenza uomo\ferrovia che con le nuove stazioni verrà completamente abbandonata (si denotano i panni stesi che comunicano nostalgicamente la presenza umana in queste ancora caratteristiche stazioni).
La stazione è classificata in categoria "SILVER" da RFI, ovvero impianto di dimensioni medio\piccole.

Il Comune di Andora ha 7.620 abitanti per una superficie di 31,80 kmq e una densità abitativa di 239 ab\kmq (dati Istat aggiornati al 01.01.2015). E' l'ultimo comune della Provincia di Savona e il suo nome è un derivato del verbo "andare" e potrebbe significare ad esempio "andoira", modo di camminare. Intanto, ecco il treno interregionale proveniente da Torino Porta Nuova e diretto a Ventimiglia durante la brevissima fermata in stazione.

In uscita dalla stazione di Andora (direzione Imperia) immortialiamo il locomotore FS E464.426 alla guida del regionale Genova-Ventimiglia. In entrata, invece, fotografiamo uno dei tanti treni regionali in transito, quasi nell'orto dell'abitazione adiacente alla ferrovia (altra immagine suggestiva che al completamento della nuova linea dovremmo dimenticarci). Negli altri due scatti osserviamo il passaggio a livello Km 94+583 con due treni in transito.

Dopo la stazione di Andora, la linea prosegue verso il Comune di Cervo lungo un tratto costiero molto suggestivo.

La linea attraversa in galleria Punta Mimosa per fuoriuscire tra le conifere e le spumeggianti onde marine del Comune di Cervo.
Nella quarta e quinta foto osserviamo il transito di due treni regionali con alla testa dei convogli rispettivamente i locomotori E464.629 e E464.xxx
nella nuova e vecchia livrea Trenitalia.

Ancora una galleria ("Galleria Cervo" - 224 metri) separa Punta Mimosa dalla spiaggia di Cervo (notare il connubbio spiaggia-ferrovia-strada) ...

... e arriviamo alla caratteristica cittadina di Cervo arroccata... sopra la ferrovia...!

Sicuramente merita una piccola visita il comune di Cervo, in particolare il suo borgo medievale, praticabile solo a piedi e protetto da torri e mura che racchiudono vicoletti ricchi di botteghe di artigiani e artisti. E' classificato tra i Borghi più Belli d'Italia.
Il Comune di Cervo ha 1.204 abitanti per una superficie di 3,59 kmq e una densità abitativa di 335,38 ab\kmq (dati Istat aggiornati al 01.01.2015).

Documentiamo con 5 fotografie la piccola stazione di Cervo-San Bartolomeo, che serve appunto i due comuni limitrofi. La stazione è sita in Via Aurelia n.59 e viene classificata da RFI in categoria "BRONZE", ovvero impianto di dimensioni piccole a bassa frequentazione e spesso impresenziato.

Mentre ci troviamo nella deserta stazione improvvisamente l'altoparlante automatico con voce gracchiante annuncia l'arrivo del treno regionale Imperia-Alassio. Eccolo mentre effettua la brevissima fermata al binario 2; talmente breve che quasi non riuscivamo a fotografarlo... Abbiamo comunque avuto il tempo di osservare una pianta di fichi d'india (a destra nella foto) e una voliera! Si avete capito bene, una voliera all'interno della stazione (purtroppo nella foto non visibile perchè nascosta dall'albero "sempreverde").

Proseguendo lungo la linea in direzione di Imperia, prima di raggiungere la stazione di Diano Marina, la linea corre quasi parallela alla statale Aurelia e da un piccolo ponte pedonale riusciamo a scattare questa fotografia ad un treno regionale in transito trainato nuovamente dal locomotore FS E464.426 (si tratta del Genova-Ventimiglia, già fotografato in uscita dalla stazione di Andora).

E arriviamo alla stazione di Diano Marina, sita in Piazza Mazzini n.1 e classificata da RFI in categoria "SILVER", come la stazione di Andora, cioè impianto di dimensioni medio\piccole. Seguono 6 fotografie della stazione. L'ultima fotografia evidenzia il passaggio a livello lato est in ingresso\uscita stazione. Anche la stazione di Diano Marina sarà destinata a scomparire.

Diano Marina è un comune di 6.047 abitanti,  per una superficie di 6,67 kmq e una densità abitativa di 906,19 ab\kmq (dati Istat aggiornati al 01.01.2015). Grazie all'abbondanza di prodotti enogastronomici offerti dalla vicinanza tra il mare e la terra il Comune gode di specialità culinarie uniche per la zona, quali l'olio di oliva estratto dalla olive di varietà "taggiasca", il pesto, il basilico, il pesce dell'azzurro mare e le carni dell'entroterra.

Ritroviamo il treno THELLO\FS, proveniente da Marsiglia e diretto a Milano Centrale, mentre fa il suo ingresso alla stazione di Diano Marina con alla testa del convoglio il locomotore E444.040.

Da Diano Marina sbuchiamo a Imperia dove troviamo ben due stazioni: Oneglia e Porto Maurizio.
Fino al 1923 Oneglia era un comune autonomo, oggi, insieme a Porto Maurizio è uno dei due abitati principali della città di Imperia, che conta oggi 42.450 abitanti su una superficie totale di 45,38 kmq per una densità abitativa di 935,37 ab\kmq
(dati Istat aggiornati al 01.01.2015). Oneglia era collegata a Porto Maurizio tra il 1893 e il 1895 per mezzo di una tranvia a cavalli, mentre solo nel 1926 fu inaugurata sullo stesso tracciato, una tranvia elettrica, che operò fino al 1947.
Oggi, come detto, sono due le stazioni che interessanto Imperia: Oneglia in Piazza Unità Nazionale e Porto Maurizio in Piazza Caduti sul Lavoro. Entrambe le stazioni sono classificate da RFI in categoria "SILVER
", ovvero impianti di dimensioni medio\piccole. Con il nuovo tracciato della linea le due stazioni non esisteranno più e verranno inglobate nella nuova stazione di Imperia ricostruita nella zona ovest della città, nella valle del torrente Impero.
E allora vediamo qualche immagine delle due stazioni...

STAZIONE DI IMPERIA ONEGLIA

In stazione fa il suo ingresso il regionale Ventimiglia-Imperia che giunge al termine corsa (foto di sinistra), pochi minuti dopo sopraggiunge il treno THELLO con il locomotore di testa E444.104 diretto a Milano centrale (foto centrale) e, infine, una macchina operatrice ferroviaria mentre effettua la manovra per inserirsi sulla linea in direzione di Ventimiglia (foto di destra).

     

STAZIONE DI IMPERIA PORTO MAURIZIO

In stazione riusciamo ad immortalare un incrocio tra due convogli: il regionale Ventimiglia-Genova in direzione Genova in arrivo al binario 2 e nuovamente il treno THELLO con il locomotore E444.064 diretto a Marsiglia in arrivo al binario 1. Nella quinta foto il locomotore del THELLO sta per entrare nella galleria in direzione della prossima stazione, quella di San Lorenzo al Mare, che non verrà smantellata.

Il nostro viaggio si ferma qui alla stazione di Imperia Porto Maurizio. Questo meraviglioso connubio tra mobilità ferroviaria, natura rigogliosa e urbanistica, rimarrà tra i più bei panorami per gli appassionati, che sognanti e nostalgici, guarderanno le nuove stazioni con la voglia di adattarsi alla moderna tecnologia e al contempo saranno felici di avere immortalato questi contesti unici e mai più realizzabili...

VAI ALLA SECONDA PARTE DELL'ARTICOLO:
LINEA FERROVIARIA GENOVA-VENTIMIGLIA: VIAGGIO FOTOGRAFICO LUNGO
IL NUOVO TRATTO ANDORA-SAN LORENZO AL MARE CHE HA SOSTITUITO
IL VECCHIO E AMATO PREDECESSORE...  (2a PARTE)


TORNA ALLA PAGINA PRECEDENTE (ARTICOLI E NOTIZIE)

Contatore visite gratuito