FLIXBUS ITALIA, LA START UP TEDESCA ALLA CONQUISTA DELL'ITALIA... E DEL LAZIO
Testo e fotografie a cura di Alessandro Zanotti

Nell'anno 2015 ha fatto il suo ingresso in Italia FLIXBUS, la start up tedesca degli autobus verdi. Inizialmente presente solamente nel Nord Italia con collegamenti internazionali aventi origine città francesi e tedesche, si è immediatamente attivata a esercitare i primi collegamenti nazionali tra Torino Milano Venezia e Trieste. E nel giro di un anno e mezzo ha conquistato quasi tutto lo stivale ad eccezione (per ora) della sola Calabria e delle isole, queste ultime da sempre terra di aziende locali ben radicate sul territorio che da decenni operano su collegamenti nazionali quasi in regime di monopolio (vedasi le varie Marozzi, Marino, SIMET, Romano, Federico, SAIS Enna, per citare alcuni nomi).

CHI È FLIXBUS E COME FUNZIONA...

Nell’anno 2013 il governo federale tedesco ha liberalizzato i collegamenti di linea su gomma a lungo raggio tra le città tedesche, che fino a quel momento erano vietati in quanto per le destinazioni nazionali a medio-lungo raggio si puntava sulla rete ferroviaria e sui collegamenti aerei. E' proprio in quell'anno che nascono Megabus Europe, MeinFernbus, Flixbus, DeinBus.de e le stesse Deutsche Post (con il nome ADAC Postbus) iniziano a pianificare servizi automobilistici a lungo raggio low cost in concorrenza tra loro, mirando a conquistare il pubblico a suon di biglietti a prezzi stracciati. Nel giro di pochi mesi questo tipo di servizio ha iniziato a riscuotere grande successo al punto da estendersi a tutti i maggiori capoluoghi di tutto il paese. Sul finire del 2014 Flixbus e MeinFernbus si sono uniti creando di fatto un colosso e iniziando a espandersi anche in Francia, Olanda, Austria, Svizzera....e Italia. Recentemente sono stati istituiti anche collegamenti internazionali in numerosi paesi europei tra cui Spagna, Gran Bretagna, Danimarca, Repubblica Ceca, Romania, Slovenia e Croazia.

E' di pochi mesi or sono l'acquisizione da parte di Flixbus del colosso Megabus, storico rivale internazionale che affonda le proprie radici nel Regno Unito, essendo una società creata dal gruppo Stagecoach nel 2003 e sbarcata in Europa continentale dieci anni più tardi. Stando alle ultime indiscrezioni trapelate in questi giorni, i mezzi di proprietà Megabus Italia potrebbero essere venduti in Francia e gli autisti messi in cassa integrazione o assunti da alcuni dei partner Flixbus , che nel frattempo hanno acquisito le tratte ex Megabus. Mentre è di poche settimane fa la notizia dell'acquisizione, in Germania, della storica rivale Postbus, unica rimasta a competere con Flixbus sulle linee nazionali. Quest'assorbimento permette a Flixbus di consolidare ulteriormente la propria presenza nella sua nazione natia, detenendo la quasi totalità del servizio autolinee a lungo raggio, sperimentando così anche servizi di carattere logistico e corrispondenza, che le poste tedesche già prevedevano nei collegamenti di loro competenza.

Focalizzando il caso italiano, Flixbus Italia s.r.l. ha sede a Milano e proprio dal capoluogo lombardo ha iniziato a estendere le proprie radici fino al centro-sud della penisola toccando attualmente tutte le regioni italiane tranne Calabria, Sicilia e Sardegna. La struttura organizzativa di Flixbus è innovativa e semplice, ma soprattutto snella perché... Flixbus non ha mai immatricolato alcun autobus sotto suo nome, ma si affida alle aziende presenti sul territorio, rete che al momento può contare su 49 aziende partner e sparse in 10 regioni italiane, le quali si occupano della gestione della linea e della manutenzione degli autobus, costantemente monitorati dalla start up, che si occupa delle attività di marketing, bigliettazione e servizi telematici. A seguito del modello di business adottato è possibile quindi imbattersi in tanti pullman verdi con le scritte FLIXBUS in bella mostra ma che in realtà appartengono a storiche aziende italiane private (che si occupano principalmente di NCC) i cui nomi dei padroncini sono spesso identificabili nella parte anteriore sottostante la porta passeggeri e il posto guida, e che in alcuni casi possono nascondere piacevoli sorprese a livello di modelli inediti o livree lievemente fuori dai canoni aziendali.

OCCHI PUNTATI SUL LAZIO...

Ad Agosto 2016 l'offerta FLIXBUS permette di partire da Roma (autostazione Tiburtina) verso quasi tutte le destinazioni italiane e alcune località austriache e tedesche del network, senza cambiare autobus e con veicoli ecologici di nuova costruzione. Da poche settimane è attivo anche un collegamento a cadenza bi-settimanale da Roma a Zagabria, numerato L997 e operato dall'operatore croato Vincek. Flixbus da Novembre 2015 è presente anche a Frosinone con le linee N525 Milano-Napoli (notturna) e L543 Salerno-Padova, mentre da poco ha iniziato a raggiungere anche Latina ed Aprilia, collegandole a Siena, Pisa, La Spezia, Genova e Milano senza cambi con il nuovo collegamento L500 disponibile cinque giorni a settimana (non effettuato nei giorni di Martedì e Mercoledì).

Proprio per questo motivo, incuriositi dal modello di business attuato, siamo riusciti ad individuare un numero di 10 padroncini aventi sede all'interno della Regione Lazio. In particolare abbiamo per certa la presenza di:

Polidori Montefiascone (VT) con 2 esemplari Setra S 515 HD in servizio sulla linea 415 Perugia-FI-BO-PR-BS-Bergamo.

SATA Roma con 2 esemplari Neoplan Cityliner in sevizio sulla linea 530 Roma-Firenze-Verona.

SIT Roma con 2 esemplari Setra S 515 HD in servizio sulla linea 510 Roma-Firenze-Genova.

International Tours Roma con 2 esemplari Mercedes OC500 Irmaos Mota Atomic 7 in servizio sulla linea 553 Roma-Pesaro.

Troiani con 2 esemplari Setra S 431 DT, un esemplare Temsa Safari HD, 3 esemplari Temsa HD 13 ed un esemplare Setra S 515 HD in servizio sulle linee 520 Roma-Firenze-Bologna-Milano, 522 Roma-Modena-Reggio Emilia-Brescia-Bergamo e 523 Roma-Firenze-Bologna-Milano-Novara. Nei prossimi mesi potrebbe attivare nuove rotte che collegano Roma con l'Umbria.

Paganelli EuroTravel 2004 Roma con 4 esemplari Iveco Magelys in servizio sulle linee 551 Roma-L'Aquila-Ancona-Rimini-Ravenna e 552 Roma-Pescara-San Benedetto del T.-Civitanova Marche.

Tesei Aprilia (LT) con 2 esemplari Setra S 515 HD in servizio sulle linee 500 Latina-Aprilia-Roma-SI-PI-GE-Milano e 511 Roma-Prato-Livorno (anche se recentemente soppressa).

Ronci Europa Viaggi San Felice Circeo (LT) con 2 esemplari MAN Lion's Coach in servizio sulla linea 554 Roma-L'Aquila-Ancona.

Iannucci Ceprano (FR) con 2 esemplari Irizar I6 12.35 HD Scania (in sostituzione dei Volvo 9700 precedentemente in servizio) sulla linea 550 Napoli-Roma-Pescara.

Cialone Tour Ferentino (FR) con 4 esemplari Iveco Magelys in servizio sulle linee 518 Napoli-Caserta-Roma-Milano e 539 Roma-Perugia-Bologna-Milano.

Non è escluso che presto possano entrare a far parte nuove aziende con nuovi collegamenti o che alcune di quelle sovra citate possano interrompere la collaborazione con la presente start-up. Nel frattempo concediamoci una passeggiata tra i bus che abbiamo avuto modo di vedere, ricordandoci che alcuni di questi li avevamo già documentati quando ci siamo occupati nel dettaglio delle singole aziende.

001

002

003

004

005

006

007

008

009

010

011

012

013

014

Foto 001: Temsa Safari HD Troiani, Roma n.A245. Linea 522 Bergamo-Roma durante una sosta in un'area di servizio nei pressi di Bologna. Mezzo già presente nella flotta Troiani e che avevamo già incontrato a zonzo per la Capitale.

Foto 002: Mercedes OC500 Irmanos Mota Atomic 7 International Tours, Roma. Linea 553 Roma-Pesaro a bordo di un bus decisamente insolito nel panorama dei pullman da turismo presenti sul mercato italiano...

Foto 003: Iveco Magelys Cialone Tour, Ferentino (FR) n.903 Linea 518 Napoli-Caserta-Roma-Milano, con la nuova livrea FLIXBUS che prevede anche una parte del frontale colorata in arancione.

Foto 004: Man Lion's Coach Ronci-Europa Viaggi, San Felice Circeo (LT). Linea 554 Roma-Ancona. Anche questo nella nuova livrea FLIXBUS.

Foto 005: Setra S 515 HD Tesei Bus, Aprilia (LT). Linea 511 Roma-Livorno, recentemente soppressa. I pullman di Tesei sono ora in servizio sulla linea 500 Milano-Roma via Tirrenica con corse prolungate ad Aprilia e Latina. La linea 500 è operata anche dalla Voulaz di Milano.

Foto 006 e 007: Iveco Magelys Paganelli-EuroTravel 2004, Roma. Anche il padroncino NCC Paganelli da poco entrato nell'orbita FLIXBUS, con le linee 551 Ravenna-Roma e 552 Civitanova M.-Roma, dove utilizza alcuni Magels Euro6 ancora senza insegne aziendali sulle fiancate.

Foto 008: Setra S 515 HD SIT, Roma. Linea 510 Roma-Genova.

Foto 009: Neoplan CityLiner SATA, Roma. Linea 530 Roma-Verona. Anche qui non sono presenti le insegne del vettore che esercita la linea...e il collegamento in questione è già attivo da quasi un anno...

Foto 010 e 011: Volvo 9700 Iannucci, Ceprano (FR) n.74. Un flixbus mancato...anzi due! I due Volvo 9700 della Iannucci hanno circolato per qualche mese sulle linee FLIXBUS con una livrea "ibrida" dove il verde è presente solo sulla testata posteriore, lasciando il resto del mezzo nella livrea d'origine. Si tratta in realtà di presenze temporanee in attesa di due nuovi Irizar I6 12.35 HD su meccanica Scania.

Foto 012: Setra S 431 DT Euro6 Troiani, Roma n.A263. Al momento è Troiani l'unico gestore italiano dell'orbita FLIXBUS in possesso di pullman a due piani da adibire al network. I due esemplari sono visibili sul collegamento n.520 Roma-FI-BO-Miano sia diurno che notturno.

Foto 013: Irizar I6 Scania Iannucci, Ceprano (FR). Nuovo arrivato sulla linea 550 Napoli-Roma-Pescara, che ha sostituito i precedenti Volvo 9700 in livrea provvisoria documentati poc'anzi.

Foto 014: Setra S 431 DT TAM Fiumicino (RM) n.33. Concludiamo con un'azienda che non fa per nulla parte di FLIXBUS (anzi, è una sua concorrente, essendo la linea Roma-Foggia già ad appannaggio del partner SAPS, gestore del medesimo collegamento RM-FG-Manfredonia già da prima della collaborazione con la Start-Up tedesca), ma che lavora con almeno due Setra S 431 DT verdi (uno dei quali con porta posteriore doppia) di seconda mano in precedenza appartenuti a uno dei partner tedeschi nell'era Meinfernbus-Flixbus.